Che Amarezza!!!!

Pubblicato il da Marion

Come dice Cesare Cesaroni, nel film appunto "i cesaroni". Più si arriva al natale e piùPhotobucket Il Natale da tanti anni,da quando sono entrata nell'età adulta invece di rendermi felice mi mette ansia e tristezza! -_- In casa mia è sempre lo stesso Natale! Avete presente quel film in cui il protagonista si sveglia nel solito giorno? ecco il Natale per me è sempre uguale tutti gli anni! L'unica cosa che mi piace è che posso fare i regali, almeno chi li riceve sa perché gli ho fatto il regalo e non si fa tante domande strane! Poi del resto è tutta una noia un'abitudine,una tristezza! Una amarezza appunto ! Il giorno 8 Dicembre per L'mmacolata per tradizione si fa l'albero ed è prorio li che mi sale l'ansia e tristezza.  Tirare tutto giù dall'armadio a muro (non avendo soffitta metto tutto in questo armadio a muro)prendere l'albero, montarlo, decidre che colore farlo, inizziano le liti per chi lo monta, poi si litiga per le luci, poi perché non metto i strani pupazzi di mamma.Alla fine scoppio e grido a tutti e due i miei genitori:" mi lasciate che faccio l'albero o smonto tutto ?" così si calmano, mio padre sbuffa e esce, mamma va in cucina e io rimango nell'ingresso da sola, monto l'albero, apro tutti i rami, metto le luci e poi tutto il resto. Così accontento i miei e faccio l'albero. Se fosse per me non lo farei prorio. Mi viene un'angoscia una tristezza quasi da piangere. :( Poi la mattina di Natale tutti con l'ansia, tutti li a cucinare e cucinare, chi fa una cosa chi un'altra,per poi chi? siamo solo noi tre. Ma il babbo vuole il pranzone come se fosse chi sa chi.... non è una festa se siamo sempre in tre! Cosa si festeggia quando siamo soli, sempre in tre? Che c'è da festeggiare dico io? Se si fosse religiosi avrebbe un senso ma non lo siamo è un giorno come l'altro perché cucinare per un'esercito tanto poi viene tutto congelato e poi semmai buttato! Non capisco perché voglia il pranzone se poi siamo soli in tre! non ha senso. Dice che è una tradizione e si deve rispettare! Visto che è Cardiopatico con eschemia cronica e deve dimagrire potrebbe anche a Natale mangiare come tutti i giorni. No invece vuole il pranzone. Poi arriva il capodanno ancora peggio,specialmente la cena che non mi piace per nulla la zampa di maiale con le lenticchie fa schifo in fatti ,loro mangiano quella e io mi mangio il salmone (quello in scatola come il tonno) . La mezza notte poi non l'aspettiamo più, si va a letto e poi quando arriva ci svegliamo con i petardi che scoppiano e Charlie il mio gatto che diventa scemo, scappa ovunque poverino. Arriviamo così all'Epifania. la sera di vegilia il caos assoluto. Dobbiamo cucinare varie cose per la befana. Mi spiego meglio. Qui a Casa di Monte c'è una stupida usanza,la sera di vegilia di Befana si uniscano e che fanno? Vengono a "cantare"io direi ullulare, una stupida canzone che si sono inventati loro (senza senzo) gli devi far trovare cibo sul tavolo ti devi vestire decente , e almeno poi mangiassero qualcosa, lavori tutto il giorno per fare crostini e dolci e poi ti lasciano tutto li . chi se li mangia poi?la spazzatura! Sembra quasi che si schifino di mangiare. Poi non basta chiedono anche soldi dicendo che è per beneficenza e invece è per andare a mangiare al ristorante qui da me. A ingrassare le chiappe ai proprietari con i soldi che uniscono quella sera il giono dopo se li pappano al ristorante. Questa è la loro beneficenza. Quando ero una addolescente pensavo che quando sarei entata nella fase adulta non mi sarei più sentita sola, triste e con la grande amarezza dentro, pensavo che il Natale sarebbe cambiato , che intorno a me ci sarebbero stati bambini che mi aiutavano a fare l'albero, che avrei appeso gli addobbi con loro con qualcuno più piccolo in braccio e semmai qualcuno in grembo, che mio marito avrebbe tagliato la legna per accendere il caminetto che è nel garage per fare la carne alla bracie e litigava con mio padre di come mettere la legna. Poi Andrè e Justine avrebbero aiutato nonna a cucinare sotto la mia super visione, tutti insieme, e il grande pranzo che piace tanto a mio padre nonsarebbe andato perso, come poi a befana quelli che non mangiano i "befani" non sarebbe stato sprecato. Immaginavo che il Natale sarebbe cambiato invece è ed sarà sempre il solito Natale . Il mio Natale sarà sempre uguale.Quel sogno di addoloscente rimane dentro il famoso cassetto , non uscirà mai fuori perché ormai è chiuso dentro con un sollido luchetto e la chiave si è persa. Sarà sempre la solita e vecchia zuppa. Io mi sentirò sempre più SOLA E TRISTE! CHE AMAREZZA!

 

diddltriste

Con tag i miei sfoghi!

Commenta il post